Mondo

Corea, fallito tentativo Trump di risolvere a tarallucci e vino: kim jong un si è mangiato tutto

Anche l’ultimo disperato tentativo americano di risolvere diplomaticamente i dissapori tra USA, Corea del Nord, Cina, Giappone, Riccione, Tokio è fallito.

Donal Trump tentando di risolvere amichevolmente a tarallucci e vino la delicata situazione, si è visto letteralmente divorare tutti i viveri dal leader coreano.

Una scelta sbagliata che immancabilmente lascerà il segno della storia, soprattutto quella pasticcera, kim jong un si è infatti “fottuto” 237 chili di tarallucci , il vino invece risulta attualmente disperso ma la stima dei danni è ciclopica.

IL RAMMARICO DEL MONDO

Papa Francesco: “Arrangiatevi!”

Maurizio Costanzo: “Quetta querra me fa tatta paura me fa!”

Giappone: pronto a schierare gli anime

Sganciati su territorio coreano bombe al tè verde, stelle filanti e coriandoli.

 

 

Scienza

Complottisti chiedono abolizione della Domenica delle Palme: nuoce alla salute

“Diteci cosa è successo al figlio di Dio dopo una breve permanenza nell’orto degli ulivi! Le palme sono micidiali, dannose per la salute e per l’ambiente” ci rivela  la signora Domenica Riposo (nome di fantasia che le hanno dato i genitori alla nascita per renderla non identificabile).

Sostanzialmente, analizzando alcuni studi pubblicati su Google e sulla Guida TV, le palme sollecitate da sostanze disciolte nelle scie chimiche provocano una reazione che si sviluppa nella produzione spontanea di un olio cancerogeno che assume potere ulteriore al transito nei paraggi di una o più persone vaccinate contro il morbillo o comunque contro una qualsiasi malattia che contempla  l’utilizzo di un vaccino.

Attenti quindi, state in casa!

 

Cronaca

Al Bano canta per scacciare Satana. Denunciato per eccesso di difesa

Stava prendendo a schiaffi una Fiat Punto sotto il sole pugliese, intonando canzoni e preghiere, le prime devastanti per il demonio. L’avviso di garanzia è stato consegnato al cantante direttamente dal robottino artificiere telecomandato a distanza di sicurezza.

“Avevo pensato di possedere (spiritualmente si intende) Al Bano Carrisi – racconta spaventato il demonio – anche se danni peggiori non credo  di potergli causare, comunque… Il Carrisi, noncurante delle conseguenze, si è messo a cantare ed intonare anche preghiere ” ,”Senti nell’aria c’è già nostro Signore che ti scaccerà…. Felicità mangiare un panino, un bicchiere di vino…”. Insomma sappiamo tutti cosa si prova e troviamo sia disumano l’attacco del Carrisi nei confronti di Satana.

Il cantante ha annunciato ricorso in Cassazione. Giudici fuggiti ed irreperibili da tre giorni.

 

Cronaca

Pianta carnivora diventa vegana : strage nei boschi

Seguendo  una pessima idea ed abbracciando le ultime mode in fatto di isterico-alimentazione fai da te, una pianta carnivora ha deciso di diventare vegana, nutrendosi solo di vegetali.

“Voglio nutrirmi di cose che non hanno cervello come me…” ha dichiarato alla nostra redazione intervenuta sul luogo (tenuto segreto per fare dispetto a Bruno Vespa…). La pianta ha mangiato tutto ciò che la circondava commettendo una strage verde.

 

Persone

Adinolfi: “Se divento come me stesso abbattetemi!”

Per un attimo Adinolfi ha smesso di tentare di prendere dal muro il puntino rosso di un puntatore laser, ha avuto un momento di lucidità prima di ricadere nel sonno della ragione tipico del cattolicesimo: “Se un giorno diventerò come me stesso voglio l’eutanasia!” ha dichiarato ai microfoni spenti dell’agenzia giornalistica ignorANSA.

SDEGNO DEL PAPA

“Dove ho messo gli occhiali?” Ha dichiarato papa Francesco nell’apprendere il folle gesto.

LA TELEFONATA DI TRUMP

“Chiedo scusa ho sbagliato numero!” ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti in una telefonata involontaria ad Adinolfi.

IL TEAM DI FACEBOOK

Dichiari di stare bene dopo avere letto questa assurda notizia? Se si condividila, se no, condividila ugualmente.

 

 

 

Mondo

Trump distrugge la tomba di Hitler “Eri troppo buono!”

Armato di un muletto arancione, rubato poco prima in una fabbrica di statuette della vergine Maria in grado di  piangere sangue artificiale, si è recato presso la tomba di Adolf Hitler e l’ha distrutta al grido di “Adò eri troppo buono hai fallito!”. Il fattaccio è accaduto a Decunhermenfrozenard, un’inesistente cittadina sita tra la Germania e la Cina comunista.

La polizia tedesca è intervenuta tempestivamente ed ha arrestato il muletto scambiandolo per il presidente degli Stati uniti. “La somiglianza tra il muletto e Trump è impressionante” ha detto il capo della polizia per discolparsi. Il muletto è stato rilasciato dietro cauzione nel tardo pomeriggio.

 

 

Persone

De Mari: “Anche così continuo a non capire una una cippa di…”

Una vita di merda saltando da un intestino all’altro, ha fatto del deretano  il centro dell’universo, la misura di tutte le cose, il pensiero creativo.

Fino a 59 anni ha creduto il fattore di potenza fosse un contadino del meridione, quando segue una ricetta di cucina e legge di portare il forno a 180 gradi, lei lo inclina.

Silvana de Mari è nata in montagna, nel 53, si è poi reincarnata nel 94, nel 61 e poi in un taxi. Ha trascorso l’infanzia fingendosi adulta e l’età adulta scrivendo favole per bambini (il 94% di loro scappati da casa ed ancora oggi latitanti).

Silvana de Mari è stata così famosa come scrittrice che per 50 anni ha creduto di essere una stilista.

Si è iscritta all’Ordine dei Medici di Torino per avere degli sconti sulle compresse di No-Gas Giuliani, medicina di cui la luminare va ghiotta.

Salita agli altari delle cronache (ed a quelli vaticani ndr…) per le sue campagne contro i gay, dopo avere preso a bastonate una statua di Oscar Wilde e distrutto una cassetta di finocchi alla Coop.

Famosa anche per avere fatto brillare uno scatolone di libri di Erman Hesse la notte di Capodanno del ’71 .

La professionista è anche presente su Wikipedia, a dire il vero l’enciclopedia multimediale ha iniziato ad avere una serie di sfighe economiche proprio in concomitanza con l’inserimento della pagina a lei dedicata.

Ha ultimamente rifiutato un’intervista con Piero Angela proprio per il cognome femminile di quest’ultimo, ritenendolo inadeguato alla serietà sociale cattolica.

 

 

Persone

Stefano Calandra ai giovani: “Inventatevi un lavoro così come ho fatto io”

La storia di Puccettone,  minuto per minuto

Tempi di crisi e pure noi del Papersera stiamo scrivendo su un computer senza monitor per risparmiare un po’. Fortunatamente ci pensa Stefano Calandra a dare un prezioso consiglio: “Ragazzi, inventatevi un lavoro così come ho fatto io!“.

Ma chi è Stefano Calandra?

A noi lo chiedete? Comunque dopo una ricerca a 360 gradi Richter abbiamo trovato preziose informazioni.

Stefano Calandra nasce a Venezia il 20 ottobre 1931, muore a Rapallo il 12 aprile 1963. Torna a nascere il 21 settembre 1966 a Livorno, prende il treno e va a Venezia. Muore tre giorni dopo ma rinasce in un monastero buddista brasiliano. Prende il treno e va a Venezia dove ancora oggi vive.

Le previsioni

Una vita molto difficile la sua, il fatto di prevedere tutto e tutti gli procurava diverse noie, tra amici che lo incontravano e gli chiedevano “Ciao come sto?” al vizio di mettere “mi piace” sui messaggi di Facebook mentre ancora gli utenti li stavano scrivendo. A scuola, ad esempio, consegnava i compiti già col voto sopra. Mai un cinema, mai un film “giallo” in TV, sapeva già chi era l’assassino e conosceva il destino degli attori che interpretavano le varie scene.

Il settore alberghiero

Per un breve periodo della sua vita Stefano Calandra si dedicò agli alberghi, ne aprì due a Rimini: l’hotel Bellavista e l’hotel Belvedere. Purtroppo dall’hotel Bellavista si vedeva solo l’hotel Belvedere e dall’hotel Belvedere si vedeva solo l’hotel Bellavista. Non face molto successo.

L’incontro con Raffaele Bendandi

Vinse Bendandi per ko tecnico alla quinta ripresa

La svolta sismica

Dopo alcune attività che vanno dall’automobilismo all’uncinetto, Stefano Calandra decide di diventare un sismografo umano. Lavora qualche anno sul pianerottolo degli uffici dell’ INGV ma gli impiegati avevano quel maledetto vizio di chiudergli le porte in faccia. Inizia comunque a prevedere scosse sismiche strumentali appoggiando l’orecchio alle porte e sentendo entrare in funzione le stampanti.
Dopo la scossa di magnitudo 1.2 che distrusse la casa di Renato Brunetta, il Calandra si ricordò di avere annotato qualcosa su un foglio di carta dove c’era una vecchia lista della spesa “Compra 12 uova!” quel 12 era facilmente trasformabile in 1.2 ecco… Questo è il punto.

Corse sul balcone ed osservò la posizione dei pianeti, la annotò e vide con meraviglia che ogni volta vi corrispondeva un terremoto da qualche parte nell’universo. Funziona!
Perfezionò la tecnica aggiungendo altre 17 pianeti che supponeva esistessero al di la del sistema solare. Ecco, quella maledetta scossa di 2.3 che si verificò in una zona a lui cara e che non menzioneremo (Riccione ndr.) confermò il funzionamento delle sue teorie.

Costruì così il suo osservatorio personale, una sedia da barbiere ed una bottiglia posizionati sul balcone di casa. “Quando sarò scienziato inventerò  i balconi che si riscaldano di inverno” diceva sempre a tutti.

Ora col successo si può dire che non esiste terremoto da lui non previsto. Proprio non esiste.

 

 

Scienza

Tabella comparativa Ira di Dio ed equivalenza in esplosivo TNT . La scossa è finita andate in pace

Dai recenti studi di Radio Maria è emerso che i terremoti, specialmente i terremoti della madonna, sono generati dall’ira di Dio ed il conseguente castigo avverso le unioni civili. È quindi opportuno fare conoscere ai cittadini quale sia in effetti la potenza generata durante i sismi.

Nella foto: quel diavolo di Charles Francis Richter

Comportatevi dunque bene, non tutti sono marchigiani ed abbandonano gli edifici quando Dio manda un sisma di Magnitudo 5.4 e poi si accorge che non è stato sufficiente e ci riprova con un sisma di 6.5 colpendo la zona ormai dichiarata rossa (comunista) e quindi deserta.

Al momento in cui stiamo diffondendo questa perla di saggezza introvabile sugli altri giornali, l’ira di Dio sta rilasciando eventi sismici di assestamento che comunque difficilmente superano  M 4. Purtroppo l’assenza di castighi di assestamento superiore a  M 5  è preoccupante perchè la potenza divina potrebbe scatenarsi nelle faglie omosessuali adiacenti all’epicentro.

Approximate magnitude Approximate TNT equivalent for
seismic energy yield
Joule equivalent Example
0.0 15 g 63 kJ
0.2 30 g 130 kJ Large hand grenade
1.5 2.7 kg 11 MJ Seismic impact of typical small construction blast
2.1 21 kg 89 MJ West fertilizer plant explosion
3.0 480 kg 2.0 GJ Oklahoma City bombing, 1995
3.5 2.7 metric tons 11 GJ PEPCON fuel plant explosion, Henderson, Nevada, 1988
3.87 9.5 metric tons 40 GJ Explosion at Chernobyl nuclear power plant, 1986
3.91 11 metric tons 46 GJ Massive Ordnance Air Blast bomb
6.0 15 kilotons 63 TJ Approximate yield of the Little Boy atomic bomb dropped on Hiroshima (~16 kt)
7.9 10.7 megatons 45 PJ Tunguska event
8.35 50 megatons 210 PJ Tsar Bomba—Largest thermonuclear weapon ever tested. Most of the energy was dissipated in the atmosphere. The seismic shock was estimated at 5.0–5.2
9.15 800 megatons 3.3 EJ Toba eruption 75,000 years ago; among the largest known volcanic events.
13.0 100 teratons 420 ZJ Yucatán Peninsula impact (creating Chicxulub crater) 65 Ma ago (108 megatons; over 4×1029 ergs = 400 ZJ).

Magnitude empirical formulae

These formulae are an alternative method to calculate Richter magnitude instead of using Richter correlation tables based on Richter standard seismic event (M_\mathrm{L}=0, A=0.001mm, D=100 km).

The Lillie empirical formula:

tnt

Where:

  • A is the amplitude (maximum ground displacement) of the P-wave, in micrometers, measured at 0.8 Hz.
  • \Delta is the epicentral distance, in km.

For distance less than 200 km:

M_\mathrm{L} = \log_{10} A + 1.6\log_{10} D - 0.15

For distance between 200 km and 600 km:

M_\mathrm{L} = \log_{10} A + 3.0\log_{10} D - 3.38

where A is seismograph signal amplitude in mm, D distance in km.

The Bisztricsany (1958) empirical formula for epicentral distances between 4˚ to 160˚:

M_\mathrm{L} = 2.92 + 2.25 \log_{10} (\tau) - 0.001 \Delta^{\circ}

Where:

  • M_\mathrm{L} is magnitude (mainly in the range of 5 to 8)
  • \tau is the duration of the surface wave in seconds
  • \Delta is the epicentral distance in degrees.

The Tsumura empirical formula:

M_\mathrm{L} = -2.53 + 2.85 \log_{10} (F-P) + 0.0014 \Delta^{\circ}

Where:

  • M_\mathrm{L} is the magnitude (mainly in the range of 3 to 5).
  • F-P is the total duration of oscillation in seconds.
  • \Delta is the epicentral distance in kilometers.

The Tsuboi, University of Tokyo, empirical formula:

M_\mathrm{L} = \log_{10}A + 1.73\log_{10}\Delta - 0.83

Where:

  • M_\mathrm{L} is the magnitude.
  • A is the amplitude in um.
  • \Delta is the epicentral distance in kilometers.

Cronaca

Chiesa Cattolica e cremazione: “Cremiamo la gente dal 1252”

Con un comunicato stampa diffuso coi segnali di fumo (fumata grigia) la Chiesa Cattolica dichiara di avere occhio positivo anche in materia di cremazione ma, continua il comunicato, in virtù delle seguenti condizioni:

  • Il cremato deve essere vivo
  • Il cremato deve manifestare idee razionaliste
  • Il cremato deve essere un nemico della fede
  • Per “fede” non si intende la Panicucci
  • Il cremato deve essere dedito alle arti magiche (scienza)
  • Non sarà permesso al cremato di spargere le proprie ceneri
  • Deve avere compiuto il terzo anno d’età

Sono queste, appunto, le condizioni stabilite dal convegno episcopale telescopico che ha dovuto pronunciarsi in materia di trattamento dei defunti. I defunti, tuttavia, hanno annunciato ricorso presso la Corte di Cassazione ipotizzando un vizio di forma. Tuttavia la S.S. (Santa Sede) fa gentilmente notare che “cremiamo i cittadini dal 1252”.

Sono comunque da chiarire alcuni apici come i casi di combustione spontanea, benzinai distratti, vigili del fuoco obesi.

Non si esclude quindi un’integrazione legislativa mirata a complementare le nuove regole evangeliche. L’Isis, tramite un’esplosione di lunga-media portata fa sapere di approvare la decisione riservandosi di pronunciarsi al merito dello spargimento spontaneo delle ceneri.