Data la scarsa affluenza i referendum verranno inseriti nella bolletta della luce

È ufficiale, da luglio i referendum saranno inseriti nella bolletta della luce. Il governo ha così deciso. Inoltre tutti i consensi ed i dissensi, avranno valore in un’unica soluzione per tutte le tipologie di referendum. Votando NO si voterà SI a: trivelle, matrimoni gay, adozioni a coppie i cui membri non si conoscono tra loro, targhe alterne, scie chimiche (esistono o no? Vota!) , divorzi tra coniugi che non si sono ancora sposati e che vivono una doppia vita, ISIS (li accettiamo o li rimandiamo a casa? E se li rimandiamo a casa da dove vengono? Ma, soprattutto, dove vanno?) .

Votando SI si dirà no a questo ed altro ancora.

Ovviamente, scese in campo le associazioni dei consumatori, è stato sancito che il cittadino potrà fare autodenuncia dichiarando di non possedere lampadine in casa. In questo modo, i referendum, verranno inseriti sulla bolletta dell’acqua.

P.S. Se prendi seriamente questa notizia sei uno dei conduttori di “Chi l’ha Visto?”

 

 

0

Capo redattore del Papersera
Giornale di papere disinformative della sera

Website:

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.