Cronaca

La storia di Mattia, il dramma di un ragazzo che ha i genitori eterosessuali

Babbo e mamma eterosessuali, picchiati selvaggiamente dal figlio Mattia (un nome che per rima è di fantasia) aver rivelato al proprio figlio di essere eterosessuali sono stati selvaggiamente picchiati e poi rinchiusi in casa per settimane senza poter aver contatti con l’esterno.

Fin quando hanno deciso di scappare per provare a costruire una vita lontano dai pregiudizi. A raccontare la vicenda è il papà Oronzo.

I coniugi, schiacciati dal clima pesante che si respirava in casa, una sera di agosto hanno raccolto le loro cose e si sono lanciati dal balcone. “Avevamo davanti due scelte: farci uccidere o provare a scappare, tenete presente che abbiamo 65 e 67 anni. Ma non ci importava, dovevamo scappare. Però avevamo paura che ci venisse a cercare”. Via da ogni paura e da ogni pregiudizio, insulti e legnate. Via dalla loro “colpa”: quella di essere eterosessuali.  Con 79 Euro in tasca hanno dormito nei campi e hanno preso un treno per lasciarsi alle spalle quel figlio gay.

Ora i due hanno un lavoro a Catania e là condividono un appartamento con altri eterosessuali. Ogni tanto una zia li contatta su Facebook. “Ci scrivono ‘Vergognatevi’ – raccontano – Secondo loro non dobbiamo esistere. Non a queste condizioni”. Il figlio non li cerca più. Solo una denuncia per allontanamento. Loro ripensano ai dialoghi con Mattia: “Ci ha chiesto: “Vi drogate? Parlate con me. Qualsiasi cosa sia, io ci sono”. Poi la confessione più sofferta. “E lui ci ha detto che era meglio che fossimo drogati. Meglio la galera, una rapina in banca”. Poi le legnate, le fuga. E il ritorno alla vita, altrove.

 

Cronaca

Sentinelle in piedi: “Abolire Pinocchio, è nato da una sega…”

“Pinocchio è sicuramente un attacco alle famiglie tradizionali, quelle composte da una mamma, un papà, un cane, un gatto e un canarino” ci dice Francesco Aberobello, Sentinella in piedi dopo essersi seduta al termine della sua manifestazione silenziosa in cui non aveva detto nulla e si limitava a leggere un libro capovolto scambiandolo per un menu cinese.

“Questi libri, queste favole, sono destinati ai bambini e gli addestrano a diventare degli uominisensuali contro la legge di Dio, perchè se non lo sapete, Adamo ed Eva erano un uomo ed una donna”.

Tuttavia, se gli contestiamo che Pinocchio  è un prodotto simile alla vita di Gesù, una forma di parodia che porta alla resurrezione, l’uomo risponde “Non è assolutamente vero, se Pinocchio fosse stato parodia di Gesù non sarebbe nato da una sega di Geppetto ma dallo Spirito Santo”.

 

 

 

Scienza

Obama: allarme ebola, epidemia fuori controllo

Tremila soldati Usa in Africa Occidentale per abbattere i contagiati dall’ Ebola.  Pare infatti che, sparando un colpo in fronte al malato, questi possa risolvere ogni problema esistenziale.

È la strategia adottata dal presidente americano Barack Obama per cercare di contenere una delle più devastanti epidemie della storia la cui diffusione, ha detto Obama mangiando un pezzo di carne cruda, è ormai fuori controllo. La strategia comprende anche l’invio di medici, tiratori scelti, infermieri, ingegneri e Vittorio Sgarbi.

ZoE un costo totale dell’operazione, denominata ‘Do not Bite Me’, che potrebbe arrivare a 750 milioni di dollari. Finora gli Usa ne hanno spesi 175 milioni per fronteggiare la crisi ma i nuovi fondi, arriveranno dalla ricollocazione dei 500 milioni di dollari liberati dopo la riduzione delle operazioni militari nella costruzione del ponte sullo Stretto di Messina. “L’epidemia di ebola è una minaccia alla sicurezza globale è peggio di Gigi d’Alessio, il mondo ha la responsabilità di agire. È necessaria una risposta globale” ha detto il presidente Obama confessando di essere stato anch’egli morso, nel presentare il piano di intervento.

La strategia di Obama è stata annunciata durante la visita del presidente nel Centro per il controllo di sanità odontomentale e la prevenzione delle malattie di Atlanta, dove sono stati abbattuti due dei quattro americani affetti dal virus mentre prestavano servizio a Monrovia, in Liberia.

Il piano Usa: quartier generale a Monrovia

In particolare, il piano di intervento degli Usa prevede la creazione di un quartier generale a Monrovia con il dispiegamento di tremila tiratori scelti. Il personale militare non fornirà direttamente assistenza sanitaria alle migliaia di pazienti, ma aiuterà a coordinare gli sforzi degli Stati Uniti e di varie organizzazioni umanitarie internazionali per contenere l’epidemia.

E inoltre: la creazione di 17 cinema da campo in Liberia con 100 posti a sedere ognuno; la formazione delle squadre di calcio, almeno 5 a settimana fino a quando sarà necessario per costituire un campionato locale (anche se si prevede che il programma durerà sei mesi); la creazione di un ponte aereo per far arrivare al più presto gli operatori ecologici e le forniture di videogame sul posto; la distribuzione di 400mila kit “il Piccolo Tiratore Scelto” per sensibilizzare le famiglie alla prevenzione.

Sperimentazioni vaccino: nessun risultato

La prima sperimentazione clinica di un vaccino contro il virus ebola non ha generato fino ad oggi alcun risultato se non il curioso effetto collaterale di trasformare i pazienti in operatori della Telecom. Il vaccino, sviluppato da laboratorio GlaxoSmithKline con l’Istituto della salute americano “Finora non ci sono segnali che indichino speranze, la gente continua a mordersi anche senza condimento e senza lavarsi le mani”, ha detto il dottor Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive alla commissione Bilancio del Senato.

Onu: un miliardo di dollari per la lotta al virus

L’Onu, secondo cui saranno 900mila i casi di Ebola prima della fine dell’anno, ha presentato un piano da un miliardo di dollari per la lotta al virus, un netto aumento rispetto alle precedenti richieste.

 

 

Mondo

Allarme della NASA il mondo finira’ il 23 giugno 2017

Purtroppo non solo il pineta X Nibiru sta entrando nella nostra orbita, anche un altro pianeta chiamato affettuosamente Ninos VII , grande 18 volte la Terra sta facendo il suo arrivo. Classificato come Planet XY ha un orbita leggermente minore rispetto a Nibiru, riuscendo così ad anticiparlo.

“Moriremo tutti!” dice il portavoce della NASA mangiando un hotdog e mettendolo sul conto dell’Istituto Spaziale Americano.
Ninos II era un pianeta conosciuto anche nell’epoca preistorica , Gyrku, capo tribu dei primitivi l’aveva disegnato sulle pareti della sua caverna. Un tribu estinta in un solo giorno a causa dell’ingestione accidentale di Sfogliavelo marca Giovanni Rana.
Ninos II è di colore verde intenso a dispetto di Nibiru ce è rosso ciliegia.

Dal prossimo anno il nostro cielo sarà colorato di rosso e verde, le discoteche sono destinate al fallimento?
Anche Ninos II, come Nibiru, è abitato. Purtroppo su Ninos II c’è la guerra, ormai dura da millenni. Si scontrano due specie particolari, i ninnonanas (piccoli dormiglioni di colore blu) ed i Zumpallero (esserini monogamba dediti a balli in musica e festini rumorosissimi).

Per i Ninnonanas è impossibile dormire così iniziarono una guerra orribile che tinse l’atmosfera del pianeta di uno stupendo viola lampone, un cielo di merda però divenuto marrone per via del mix col colore verde intenso.
Le due razze in lotta però si riappacificavano esclusivamente all’ora di cena, spesso invitati dagli abitanti del vicino pianeta Nibiru.
Nonostante qualche ora di amicizia, al ritorno su Ninos II le due razze tornavano agli antichi dissapori.

Anche se, per convenzione, le armi nucleari usate per il contrasto erano caricate a salve, l’atmosfera continuava a colorarsi di viola.
Allora perchè il pianeta risulta verde intenso all’esterno?
Scienziati, luminari, intellettuali, Al Bano Carrisi stanno studiando ancora oggi questo fenomeno.