Politica

Salvini dimentica di togliere la divisa. 730 leghisti irreperibili da 3 giorni

[et_pb_section admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo”]

“Fermi, dove andate? Sono io!!!” Inutile ogni spiegazione da parte di Matteo Salvini (nome di fantasia come del resto tutto nella vita…) entrato alla sede della Lega Nord dimenticando maldestramente di togliersi la divisa. È il panico generale, un fuggi fuggi che, grazie solo alla Madonna dell’Incoronata di Barletta  ha evitato di trasformarsi in massacro.

I LEGHISTI

Quei pochi leghisti rimasti in sede, forse pietrificati dal panico, hanno rimproverato questa azione disdicevole “Doveva avvisarci, si tratta di procurato allarme!”.

IL 118

Duro anche il lavoro dei paramedici che hanno scaricato le batterie di 6 defribillatori e dato fondo alle scorte di farmaci antipanico: “Sono cose che non si fanno!” afferma il paramedico ex-para Umberto Anselmi (nome di fantasia che abbiamo estrapolato dall’elenco telefonico del 1981).

PAPA FRANCESCO

“Dove ho messo gli occhiali!”

IL SINDACATO DI POLIZIA

“LOL!!!!”

I MUSULMANI DALLA MOSCHEA

“Si tratta di qualcosa di inaspettato, quando qualcuno va giù di testa pensiamo sempre al peggio visto il comportamento dei fratelli estremisti non moderati. Ci duole anche sapere che, alcuni fratelli, avevano allestito un club segreto di degustazione del cotechino nei sotterranei della sede leghista. Sono cose che non si fanno e, se si fanno, non si dicono, insomma  mai farle senza dirle e mai dirle senza farle, che poi a dirla tutta mi sono perso nel discorso, aiutatemi!” afferma Al Abdul Mohamed Hulla Aziz Sahomed Nahadana Alì  (per gli amici Geppo) leader incontrastato della sezione islamico-interista.

MATTEO RENZI

“AHAHAHAH LMAO LOL ROFL!!!!”

UMBERTO BOSSI

“Mah….”

Sul posto della tragedia, oltre alla troupe di “Chi l’ha visto?” dedita alla ricerca dei leghisti scomparsi, è intervenuta una gazzella, due leopardi e un papero.

Ovviamente se credete a questa stronzata di articolo o siete complottisti o siete Vittorio Sgarbi.

 

 

[/et_pb_text][et_pb_circle_counter admin_label=”Cerchio-Contatore” title=”cerchio” number=”70″ percent_sign=”off” background_layout=”light” bar_bg_color=”#2ce848″ /][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Politica

Salvini troppo abbronzato, panico nella Lega

Maledetto sole! Maledetta estate! Non riesco nemmeno ad accedere alla sede del mio partito!“.  Si sfoga Matteo Salvini, aggiungendo di avere avuto anche difficoltà a salire su un taxi ed a entrare in una discoteca.

Tornatene al tuo paese non ti vogliamo!” gli avrebbero detto mentre tentava di accedere alla sede della Lega dove era in atto un litigio tra leghisti davanti al nuovo distributore di caffè, un verde infatti continuava a mettere monetine nel distributore ed a bere caffè “Finchè vinco gioco io!” diceva mentre inseriva una nuova monetina e riceveva un nuovo bicchierino di caffè…

Da alcune indiscrezioni (la portinaia dello stabile n.d.r.) pare che la maggioranza dei leghisti non voglia più essere rappresentata da Salvini: “troppo abbronzato come potremmo fidarci?” . Intanto il lato buonista del partito ha mostrato l’intenzione di mantenere l’uomo come tesserato “Se trova un lavoro e non fa casino“.