Politica

Tagli alla sanita’, le Regioni propongono corsi di automedicazione

Dopo la proposta dell’esecutivo Renzi di tagliare 3 miliardi alla sanità le regioni corrono ai ripari. Saranno indetti corsi serali gratuiti per tutti i cittadini, il martedì ed il giovedì in tutte le principali città d’Italia.

Saranno corsi completi dove i cittadini impareranno a medicarsi da soli, a ricucirsi le ferite, ad autodefribillarsi dicendo contemporaneamente “Mi sto perdendo! Mi sto perdendo!”.

In realtà i corsi saranno via via più articolati fino ad istruire le persone a diventare pazienti di se stesse.

Alcol, cerotti, ago, filo, defribillatori vanno portati da casa, ci sarà anche un lasso di tempo per la ricreazione stando attenti però a non correre per i corridoi ed a farsi male (almeno fino alla chiusura del corso).

Intanto nelle normali scuole ai ragazzi verrà abolita l’ora di scienze, tanto in Italia non serve a nulla, al suo posto verranno impartite lezioni di economia domestica.

Gli ospedali si stanno attrezzando con letti a castello, verrà chiesto ai parenti dei ricoverati di  fare da assistenti pulendo le camere e cambiando le lenzuola portate sempre da casa.

Il personale medico sta decidendo in questi giorni di ridurre gli orari di pronto soccorso, dalle 9 alle 11 e dalle 16 alle 18.30. Saranno tuttavia garantite prestazioni di cristalloterapia.